TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

CORSO ONLINE DI:

TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

IMPARARE A MEMORIZZARE VELOCEMENTE

Scritto da:
Dott. Leonardo Povia

WWW.DIDATTICAPERSUASIVA.COM

A proposito dell'autore

Chi diavolo è Leonardo Povia?

DIDATTICAPERSUASIVA FOTO AUTORE

Leonardo Povia è un Pedagogista e Insegnante si è laureato per ben 4 volte in ambito della formazione, (Laurea in Scienze della Formazione e dell’Educazione, Laurea in Scienze Pedagogiche, Laurea in Scienze della Formazione Primaria indirizzo Infanzia e Primaria più un paio di Master sui disturbi dell’apprendimento) per lui INSEGNARE non è un passatempo, ma una passione e una professione ad alta intensità.

Dopo aver studiato pedagogia e didattica per 12 ore al giorno per 7 anni di seguito è giunto alla conclusione che: qualsiasi testo, a prescindere dall’ampiezza del contenuto, può facilmente essere ridotto e condensato in un succoso e denso “report” di 12-18 pagine al massimo.

Ciò che conta davvero non è tanto il formato dell’informazione (scritto/audio/video), ma la rapidità d’azione e l’efficacia con cui i contenuti riescono a coinvolgere, motivare e smuovere le persone che li “consumano”.

A tal proposito Leonardo scrive: “dammi qualsiasi testo di 200-350 pagine, e ti dimostro come tutta l’informazione utile può facilmente essere ridotta ad una dozzina di pagine senza eccezioni..”

In Italia il concetto di report didattico è ancora praticamente sconosciuto questi sono ad altissima densità di contenuto, modellati costantemente sulle esigenze degli insegnanti e genitori (e per questo anche dinamici).

Che cosa è il REPORT DIDATTICO?

Il Report Didattico ha in se tutti i punti di forza dei testi classici, ma con una serie di aggiunte importanti.

Ecco le principaliTECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Sono più FACILI da consumare

Sono più SEMPLICI da capire

Sono più VELOCI da assimilare

Ottieni RISULTATI più rapidamente 

 TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Le 7 caratteristiche del REPORT DIDATTICO

1. È fluido, veloce e sintetico

2. È ad altissima densità informativa

3. È più semplice da capire

4. È più facile da ricordare

5. Ha un contenuto più dinamico

6. È più orientato all’azione e al risultato

7. È super-focalizzato (1 problema – 1 soluzione)

Questi 7 attributi sono i capisaldi del Report Didattico.

Quale è la mission?

Mission-didattica
La mia missione qui è molto semplice: TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

fornire eccellente contenuto, consigli e approfondimenti  sulla didattica e non solo, quali sono i migliori modi di “imparare ad imparare” e gli aggiornamenti sugli ultimi rumors, nonchè news della ricerca sulla didattica, l’insegnamento e la formazione nel mondo, informazioni underground che solitamente qui in Italia passano inosservate.

Il mio scopo ultimo è aiutare nel mio piccolo le persone a “lanciarsi verso le soluzioni e non a concentrarsi sui problemi”, ottenere di più e poter stancarsi di meno eliminando quella detestabile sensazione di inefficacia che rende l’imparare e la crescita personale qualcosa di faticoso e alienante… e trasformarla in qualcosa di semplice e piacevole! TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Spero di poter arrecare integrità, valore e  dignità alla categoria degli insegnanti che fanno bene il loro lavoro, mentre cercherò di innovare, creare e testare nuove formule che dimostrino di funzionare a beneficio di tutti.

Con un atteggiamento positivo e la passione per la gente, la mia missione è di dare … e aiutare coloro che si battono per creare non solo una professione migliore, ma anche un’ambiente lavorativo migliore e una vita migliore intorno a loro, ogni giorno della nostra esistenza.

Dott. Leonardo Povia TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Perchè questo CORSO DI MEMORIA dedicato alle TECNICHE VISIVE?

La nostra memoria è qualcosa che ci accompagna ogni giorno: nello studio, nel lavoro e nel quotidiano.

La utilizziamo per tantissimi scopi:TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

– aumentare la nostra cultura

– essere più efficienti

– comunicare con gli altri

– apprendere qualcosa di nuovo

– fare bella impressione

orientarci in casa e all’esterno

– celebrare eventi importanti

 

TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Quante volte però non funziona come vorremmo

Quante volte dimentichiamo cose importanti?

 

Spesso infatti:

TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

ci sentiamo un po’ ignoranti perché non ricordiamo ciò che abbiamo letto

siamo poco efficienti perché dobbiamo riguardare più volte le stesse cose sul lavoro

– c’è sempre quella cosa che volevamo dire ma è “sulla punta della lingua” e ci sfugge

– non capiamo i nuovi argomenti di studio perché non ricordiamo i passaggi precedenti

dimentichiamo il nome o facciamo la stessa domanda due volte alla persona con cui parliamo

lasciamo continuamente oggetti in giro e perdiamo tempo per trovarli o tornarli a prendere

ci dimentichiamo di eventi importanti, facendo brutte figure o deludendo qualcuno

 

Insomma, un vero disastro! TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Molte persone, durante il proprio percorso di studi e peggio ancora, più avanti nella vita professionale, si rendono conto di avere veri e propri “problemi di memoria” che talvolta coincidono anche con una grande difficoltà di concentrazione.

Moltissime persone, studenti e professionisti, passano ore e ore sui libri tentando di ricordare nomi, date e concetti con scarsi risultati o soffrono di alti livelli di stress a causa del senso costante di “non farcela a fare tutto”.

Perché accade?TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Tutto questo avviene per molti fattori:

– mancanza di motivazione

– mancanza di un metodo o una tecnica di studio

– difficoltà nella gestione del proprio tempo

– ansia da esame

 

Quali sono le possibili soluzioni o rimedi?

Le tecniche di memoria esistono fin dall’antichità, ma pochi le conoscono. Basta fare un po’ di ricerca per scoprire che Cicerone utilizzava la tecnica dei Loci e delle Stanze, per ricordare tutte le informazioni di cui aveva bisogno nei suoi discorsi in pubblico. Giordano Bruno e Pico Della Mirandola le utilizzavano per ricordare tutti i testi che leggevano.

 

Come possiamo anche noi ricordare tutto?

Wilder Penfield, un neurologo canadese, ha studiato negli anni ‘50 il funzionamento della memoria scoprendo i 3 principi che la governano:

CORSO DI MEMORIA VELOCE

 

1. MEMORIA VISIVA;

 

2. MEMORIA ASSOCIATIVA;

 

3. UTILIZZO DELLA FANATSIA.

 

La memoria è VISIVA all’83%, ovvero, ricordiamo meglio tutto ciò che è associato ad un immagine. Quante volte vediamo una persona e ricordiamo di averla già incontrata? Spesso o addirittura sempre. Ricordiamo anche il suo nome?

 

Difficilmente!

Questo succede proprio perché il suo volto è un immagine, mentre il suo nome è un suono. La memoria UDITIVA è solo l’11% (circa), ecco perchè tutti i metodi di ripetizione non ci permettono di ricordare le cose velocemente. E il restante 6%? Tutto il resto! Odori, sapori, temperatura, pressione e tutte le altre sensazioni.

La memoria è ASSOCIATIVA, nel senso che permette a diversi ricordi di legarsi tra loro come anelli di una catena. Quante volte ci capita di sentire un odore e di ricordarci di una persona o di un luogo? Oppure di sentire una musica e di ricordarci un evento passato? Questo avviene perché la nostra memoria ha associato i due ricordi. TECNICHE DI MEMORIA VELOCE




La memoria è CREATIVA e ricorda meglio tutto ciò che crea in noi una forte emozione: rabbia, tristezza, gioia, euforia, stupore, paura, amore e tante altre.

A volte capita di utilizzare involontariamente uno o più di questi principi e quindi di ottenere un risultato che ci dà piacere, ma non conoscendoli non sappiamo utilizzarli in maniera consapevole all’occorenza.

Le tecniche di memoria ci insegnano a utilizzare tutti e 3 i principi contemporaneamente lasciando una traccia indelebile nella nostra memoria, dandoci il pieno controllo su ciò che vogliamo ricordare!

CORSO DI MEMORIA VELOCEIl segreto di una buona memoria è usare le immagini mentali!

Per essere efficaci queste immagini devono essere emotivamente forti, meglio se positive, meglio se divertenti, buffe, caricaturali, perché le emozioni positiveè ovvio anche questo – le ricordiamo più volentieri di quelle negative.

Per questo motivo, in base agli studi che ho frequentato e che ho approfondito successivamente nei diversi corsi di memoria a cui ho partecipato e tenuto in questi anni, secondo me, e soprattutto secondo la mia esperienza, deve essere fondamentalmente un corso di visualizzazione, e più precisamente di visualizzazione creativa.

Nelle mie lezioni io non mi focalizzo sulle “tecniche” di memoria – che si possono trovare in centinaia di libri, ebook, audio e video – ma sul modo in cui queste tecniche possono diventare efficaci.

E diventano efficaci se si impara a visualizzare nel modo corretto, corretto – intendo dire – per la biologia della memoria. E diventano efficaci se si impara a sviluppare creatività e fantasia, perché così riusciamo a rendere “emozionanti” anche le informazioni che non lo sono, e sono la maggioranza.

Avete mai pensato al perché ricordiamo solo una minima parte delle cose studiate a scuola?
Quante di loro erano “emozionanti”? Quante ne abbiamo imparate col noiosissimo “leggi e ripeti” e quante visualizzandole creativamente?

CORSO DI TECNICHE DI MEMORIAPer questi motivi, e basandomi sulle più recenti evidenze scientifiche, ho proposto il CORSO DI TECNICHE DI MEMORIZZAZIONE VELOCE, col quale ti insegnerò innanzitutto a visualizzare come si deve, e poi come si fa a generare emozioni, positive e divertenti, in queste immagini, sviluppando la capacità creativa e fantasiosa del tuo cervello.

C’è un metodo anche per questo, e l’ha inventato il M.I.T. (Massachusetts Institute of Technology), famosissima università americana. Quest’ultima informazione spiega perché quelli che io chiamo “i tradizionali corsi di memoria” spesso non danno i risultati sperati.

Oh, sia chiaro, premetto che non ho nulla contro i corsi di memoria “brevi”, ho molti colleghi in gamba e preparati che tengono corsi che danno risultati a chi li frequenta, l’ho detto anche prima. Io stesso ho cominciato, nell’ormai lontano 2001, con un corso del genere.

Il punto è che questi corsi hanno la stessa struttura di quelli americani, dove certe cose si fanno già a scuola.

Quindi tutti quelli che non hanno una particolare predisposizione alla visualizzazione creativa – e che non hanno frequentato una scuola americana… – non riescono ad ottenere i risultati degli altri, e allora si lamentano (ingiustamente, sia chiaro) che “queste tecniche non funzionano”. TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

 

CORSO DI TECNICHE DI MEMORIA

Il corso di TECNICHE DI MEMORIA VELOCE propone un vero e proprio metodo di studio semplice, efficace e di immediata comprensione che permette ti permette di applicare fin da subito i principi appresi migliorando esponenzialmente i tuoi risultati ed è costruito con le stesse tecniche che apprenderai al suo interno!

 

Il corso, si occuperà di fornirti tutte le tecniche necessarie all’ottenimento dei tuoi obiettivi.

 

Alla fine del corso saprai:

Riassumere qualsiasi tipo e quantità di informazioni in poco tempo, poco spazio e ottimizzate per la memorizzazione

Raddoppiare la tua velocità di lettura mantenendo inalterata la comprensione (o persino arrivando ad aumentarla…)

Memorizzare con semplicità formule matematiche e chimiche, termini tecnici, classificazioni, numeri di telefono, password, elenchi, articoli di codice

Aumentare il tuo carisma sapendo ricordare esattamente il nome non di una sola persona ma di gruppi di persone, memorizzandoli in tempo reale.

Apprendere vocaboli, ideogrammi, grammatica e sintassi di una lingua straniera.

Organizzare e gestire in modo efficace e produttivo il tuo tempo, le tue emozioni e le tue risorse interiori in modo da raggiungere sempre i risultati che desideri. TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

COSA SCOPRIRAI NEL CORSO CHE HO PREPARATO PER TE

MODULO 1 - La memoria e le sue potenzialità

TECNICHE DI MEMORIZZAZIONE IPODNel Modulo 1 ti parlerò del nostro cervello che rappresenta uno degli elementi più sofisticati nell’universo attualmente conosciuto ed è senza dubbio lo strumento più potente a disposizione del genere umano.

Nello specifico si parlerà di come sia configurata la struttura cerebrale e i diversi aspetti dell’intelligenza concentrandosi del “perché” le tecniche di memoria che si basano sulle abilità visive siano le più efficaci e semplici da imparare.

Devi sapere che un buon programma di Tecniche di Memoria avanzato può servire a migliorare l’attività della memoria e ad aumentare le proprie capacità di problem-solving: entrambe le abilità possono infatti migliorare l’intelligenza globale di ogni singolo individuo.

Imparare osservando: nel 75% dei casi ciò che impariamo, lo impariamo osservando.

Pertanto circa i 75% del nostro apprendimento deriva dal senso visivo. Questa capacità intellettiva deriva proprio dalla “configurazione” cerebrale umana: il 40% dell’intera attività cerebrale è infatti dedicato alla ricezione, analisi e immagazzinamento degli impulsi visivi.

In particolare, mi prendo il tempo giusto per fare il discorso più importante, e cioè come applicare le tecniche di memoria agli argomenti “seri”, ai concetti che si usano a scuola, sul lavoro e in ogni campo dello scibile umano. TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

Insomma, spiego come facevano i grandi del passato. Anzi no. Insegno un metodo molto più semplice di quello che usavano loro, ma altrettanto efficace, se non di più.

Altrimenti che senso avrebbe conoscere le più recenti scoperte della psicologia e della scienza, non vi pare?

Modulo 2 – Tecniche di ragionamento mnemonico-visivo.

Nel Modulo 2 invece mi concentrerò sullo spiegarti i vantaggiIPOD CORSO DI TECNICHE DI MEMORIA

del “pensare visivamente

Il “pensiero visivo” costituisce un metodo provato, estremamente efficiente per l’organizzazione delle idee e l’ideazione di soluzioni coerenti a specifici problemi.

Il “pensiero Visivoserve a potenziare la memoria e la concentrazione individuale.

Il “pensare visivamentepermette di trasformare concetti astratti in idee concrete dal momento che un’immagine convoglia in maniera più chiara e definita un determinato concetto.

Il “pensare visivamentediminuisce il desiderio di procrastinare i propri compiti e aumenta la produttività dal momento che incoraggia a stabilire delle relazioni anche tra concetti diversi.

Modulo 3 - 7 Tecniche di memoria visiva

Nel Modulo 3 ti spiegherò passo passo 7 Tecniche di Memoria Visiva che si basato sulla tua capacità innata di memorizzare attraverso il senso visivo: TECNICHE DI MEMORIA VELOCE

 

Unità 1 – Il metodo Link

Unità 2 – Metodo dei numeri e delle assonanzedidattica-persuasiva-corso-1-edizione-tecniche-di-memoria-veloce

Unità 3 – Il metodo dei numeri e delle forme

Unità 4 – Il metodo alfabetico

Unità 5 – Il metodo viaggio

Unità 6 – Il metodo delle stanze

Unità 7 – Il metodo Maggiore

Tutte queste tecniche ti saranno spiegate attraverso due modalità differenti PDF stampabile e PPT (Power Point) esplicativi con immagini ed esempi passo passo

ACQUISTA SUBITO

ordina-subito

NOTE: “Tecniche di Memoria Veloce” è un infoprodotto scaricabile in formato (.rar) al cui interno ci sono file in (.pdf).
Non si tratta quindi di un prodotto fisico e quindi non viene spedito. Dopo il tuo ordine avrai ACCESSO IMMEDIATO tramite EMAIL per scaricare l’ebook.

Per qualsiasi esigenza, non esitare a contattarmi!

18 Comments
  1. Alessandro Pisciandaro

    Ciao Leonardo sono Alessandro ti ho scritto la settimana scorsa per l’acquisto ed è da una settimana che ho comprato il tuo E-Book ed è l’ho finito adesso! DAVVERO FATTO BENISSIMO GRAZIE!

  2. Ciao Alessandro mi ricordo 🙂 Felicissimo tu lo abbia apprezzato, un saluto!

  3. AnnaD

    Dott. Povia ho fatto altri corsi di tecniche di memoria ma solo questo è risultato facile e immediato da capire, non mi sorprende dato la chiarezza dei suoi articoli, felice di averlo acquistato.

  4. Ciao Anna la tua difficoltà è stata anche la mia, non solo nei diversi corsi di memoria, ma in generale rispetto a molti corsi frequentati pagati molto e poi a livello didattico ed esplicativo, lasciamelo dire, facevano pene e per capirci qualcosa ci ho messo un sacco di tempo e tanta fatica. L’obbiettivo dello Special Report è proprio questa immediatezza e facilità di apprendimento ed i tuoi soldi risultano investiti bene, sono contento del tuo commento vuol dire che il mio impegno ha dato i suoi frutti. Un abbraccio.

  5. MaChierico

    L’ho comprato per mia figlia che sta facendo l’università e adesso lo sto leggendo io, quest’anno voglio spiegare queste cose ai miei alunni per aiutarli nello studio.

  6. Ciao MaChieco, non c’è età per imparare certi contenuti, soprattutto se spiegati in un certo modo e con criteri ben precisi, non è un caso che ho costruito l’E-BOOK utilizzando gli stessi principi e le stesse tecniche spiegate al suo interno proprio per aumentare la sua efficacia. Io ho cominciato ad utilizzarle propria a inizio università ed è stato tutto molto più semplice e immediato. Per gli alunni vanno benissimo io stesso durante l’anno mi diverto con loro a spiegare certe cose e sono spesso tra le lezioni trovate più interessanti. Grazie per l’acquisito e fammi sapere se hai altri benefici, un abbraccio.

  7. Francesca

    Buona sera, sono la dott. sa Francesca Quinto, insegnante di filosofia presso un liceo pedagogico,ho acquistato il suo e-book per sperimentare le tecniche di memoria in modo da poter insegnare la mia materia con più facilità e perchè no , magari insegnare le tecniche ai miei alunni. Sono un paio di giorni che sto sperimentando e mi sembra che la mia mente stia imparando in modo diverso, mi sembra di affrontare gli argomenti in modo molto più fluido ed efficace senza troppi sforzi. Davvero un prezioso contributo all’insegnamento efficace. Grazie.

  8. Dipilato Sergio

    Appena preso! Non mi aspettavo tutto questo materiale bello! 🙂

  9. Ciao Francesca! Finalmente qualcuno che comincia a comprendere appieno l’importanza e il vantaggio di avere delle tecniche del genere della propria cassetta degli attrezzi spendibili non solo nella propria vita professionale ma anche, più in generale, nella vita di tutti i giorni. Fanne utilizzo e fammi sapere, sono certo riceverai come me grandissimi vantaggi!

  10. Ciao Sergio ho visto adesso il tuo acquisto :). Nell’E-Book che hai acquisto e che ho realizzato dopo mesi di lavoro, ho cercato di dare il massimo del contenuto utile possibile, perchè come ho già spiegato all’interno, non tutte le informazioni sono utili allo stesso modo, anzi, alcune sono inutili e dannose per la comprensione. Al suo interno troverai un concentrato del valore dello “Special Report”, ricchissimo di informazioni immediatamente comprensibili e direttamente applicabili, così che tu possa fare il minimo sforzo con il massimo dei risultati! Un abbraccio. 🙂

  11. Tonia

    Acquistato tre giorni fa e già lo sto utilizzando per prepararmi ad un concorso . Man mano che vado avanti con lo studio mi sento più sicura nel procedere… ottimo inizio direi:-)
    Tonia Castellana

  12. Ciao Tonia, è proprio così infatti, le tecniche che stai studiano sono già strutturate per essere apprese e richiamate in maniera automatica, come quando chiudi un’auto e dopo un po dimentichi che stai inserendo le marce, ormai da anni, per quanto mi riguarda le utilizzo con il “pilota automatico”. Fammi sapere come andrà l’esame! 🙂

  13. Franca

    Ho pagato il corso ma non riesco a scaricarlo …

  14. Ciao Franca ti ho risposto tramite email 🙂

  15. Antonella

    Salve, mi chiedo se queste tecniche sono applicabili anche a ragazzi BES con difficoltà di apprendimento…
    Grazie

  16. Ciao Antonella le tecniche spiegate all’intero dell’E-Bokk multimedia sono spiegate in maniera semplice e comprensibile a tutti dunque anche per chi ha bisogno speciale, spero di esserti stato utile. A presto. 🙂

  17. Maria

    Buongiorno dott. Povia volevo chiederle se secondo lei questo libro potrebbe aiutare mio figlio; ha 14 anni ed ha iniziato il liceo, non ha ancora un metodo di studio consolidato, ha poca fantasia e non é stato ben indirizzato al ragionamento, dunque nonostante si stia impegnando, non riesce a raccogliere i frutti sperati. Grazie

  18. Ciao Maria per ragazzi con questi tipi di difficoltà andrebbero meglio percorsi dedicati sull autostima e il metodo di studio e successivamente magari un percorso del genere. Buone cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia