7 STILI COGNITIVI DI APPRENDIMENTO CHE FORSE NON CONOSCI.

7 STILI COGNITIVI DI APPRENDIMENTO CHE FORSE NON CONOSCI.

STILI COGNITIVI Lo stile cognitivo viene definito come una particolare ‘impronta‘ o ‘marchio‘ che mostra come le persone utilizzano i processi cognitivi (percezione, attenzione, memoria, comprensione). Secondo Huteau (1987), gli stili cognitivi possono essere considerati come dimensioni della personalità umana: sono comportamenti cognitivi messi in atto naturalmente, che si verificano nello stesso modo nel corso…

ALLIEVO IPOVEDENTE A SCUOLA: PROPOSTE DIDATTICHE D’AIUTO.

Cosa significa avere un allievo ipovedente a scuola. Bisogna partire dall’idea che ipovisione non significa deficit delle capacità intellettive e quindi non impedisce un normale apprendimento. Ma, se non si interviene in maniera adeguata, può avere un influsso sull’evoluzione del bambino e sull’apprendimento. Ogni bambino ipovedente reagisce diversamente e ha bisogno di aiuti e consigli…

IL BAMBINO IPOVEDENTE A SCUOLA ELEMENTARE

IL BAMBINO IPOVEDENTE A SCUOLA ELEMENTARE: 16 CONSIGLI.

Le difficoltà visive. IL BAMBINO IPOVEDENTE A SCUOLA I l nostro occhio vede un oggetto e neproietta l’immagine sulla retina, la quale, attraverso le varie cellule retiniche, la decodifica. Le informazioni necessarie vengono poi inviate, attraverso il nervo ottico, al cervello. Il cervello le elabora formandone una rappresentazione mentale e immagazzina la rappresentazione dell’oggetto nella…

LA LEGGE N. 71 DEL 2017

LA LEGGE N. 71 DEL 2017: CONTRASTO DEL CYBERBULLISMO.

Il Parlamento ha approvato la legge n. 71 del 2017, volta alla prevenzione e al contrasto del fenomeno del cyberbullismo. Il provvedimento introduce una serie di misure di carattere educativo e formativo, finalizzate in particolare a favorire una maggior consapevolezza tra i giovani del disvalore di comportamenti persecutori che, generando spesso isolamento ed emarginazione, possono portare…

COSA PREVEDE LA NORMATIVA LEGISLATIVA NEI CONFRONTI DEI BULLI.

COSA PREVEDE LA NORMATIVA LEGISLATIVA NEI CONFRONTI DEI BULLI.

NORMATIVA LEGISLATIVA NEI CONFRONTI DEI BULLI L’immaturità e l’imputabilità dei minorenni. Nel nostro sistema ordinamentale il minore di quattordici anni non è imputabile (art. 97 c.p.) e quindi non può essere chiamato a rispondere, con l’applicazione delle normali norme di natura so- stanziale e processuale, di fatti da lui commessi che costituiscano eventuali ipotesi di…

EDUCATORI NELLA SCUOLA PUBBLICA

EDUCATORI NELLA SCUOLA: COMPITI E RUOLI DELLA FIGURA PROFESSIONALE.

Assistenti educativi per le relazioni sociali. EDUCATORI NELLA SCUOLA PUBBLICA Gli assistenti educativi sono una risorsa importante per la scuola: vengono assegnati su progetti educativi che prevedono la figura di un mediatore, facilitatore delle relazioni e delle autonomie personali degli alunni diversamente abili. Sono richiesti dal servizio di neuropsichiatria infantile sul verbale di accertamento dell’handicap.  …

ADHD COMORBILITà E PROBLEMI CORRELLATI ALLA SINDROME.

ADHD E COMORBILITÀ: PROBLEMI CORRELLATI ALLA SINDROME.

All’ADHD possono accompagnarsi altri disturbi che ne possono complicare la diagnosi e il trattamento. In caso di patologia associata è buona norma trattare sempre prima il disturbo più invalidante. Le più comuni problematiche sono: ADHD E COMORBILITÀ • Disturbi dell’umore (depressione, disturbi bipolari): è tipico nei ragazzi con diagnosi di sottotipo combinato; quando il disturbo…

IL PROGRAMMA TEACCH E STRATEGIE DI INTERVENTO.

IL PROGRAMMA TEACCH E STRATEGIE DI INTERVENTO.

IL PROGRAMMA TEACCH E STRATEGIE DI INTERVENTO. Abbiamo visto come lo scopo del programma educativo TEACCH sia di favorire lo sviluppo dell’individuo, la sua integrazione sociale e l’autonomia, tenendo conto dei deficit specifici che il disturbo autistico comporta. Uno degli obiettivi essenziali è che nell’età adulta la persona autistica possa vivere con gli altri membri…