RAPPRESENTANTE DI CLASSE

IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE è il principale intermediario tra i genitori e gli organi collegiali della scuola.

In caso di decadenza di un rappresentante di classe, per perdita dei requisiti o dimissioni, il Dirigente Scolastico nomina per sostituirlo il primo dei non eletti.

 

Sono previsti:

1 rappresentante (membro del Consiglio d’Interclasse) per ogni classe del la scuola primaria;

4 rappresentanti (membri del Consiglio di Classe) per ogni classe della scuola secondaria di primo grado;

La presidenza del Consiglio di Interclasse o di Classe spetta al Dirigente Scolastico o a un docente, membro del Consiglio, suo delegato.

Le riunioni di questi organi sono almeno tre nel corso dell’anno scolastico. I Consigli di Classe e Interclasse si riuniscono comunque in tutti i casi in cui ci sono tematiche importanti da affrontare, su convocazione del Dirigente Scolastico o su richiesta della maggioranza dei suoi membri.

 

IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE HA DIRITTO DI:

• farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della propria classe presso il Consiglio di cui fa parte, presso i propri rappresentanti al Consiglio d’Istituto e presso il Comitato Genitori;

• informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi d’iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dal corpo Docente, dal Consiglio d’ Istituto, dal Comitato Genitori;

• ricevere le convocazioni alle riunioni al Consiglio con almeno 5 giorni di anticipo;

• convocare l’assemblea della classe che rappresenta, qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente, in cui sia specificato l’ordine del giorno;

• avere a disposizione dalla scuola il locale necessario alle riunioni di classe, purché in orari compatibili con l’organizzazione scolastica;

• essere convocato alle riunioni del Consiglio in cui è stato eletto in orario compatibile con gli impegni di lavoro (art. 39 T.U.).

• fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’istituzione scolastica;

• tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola.

 

IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE NON HA DIRITTO DI:

• occuparsi di casi singoli;

• trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della scuola, per esempio quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento.

 

IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE HA IL DOVERE DI:

• presenziare alle riunioni del Consiglio in cui è eletto;

• informare i genitori che rappresenta sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola;

• farsi portavoce delle istanze presentate dai genitori;

• promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta;

• conoscere il Regolamento di Istituto;

• conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola.

 

CONSIGLI PRATICI

 Presentatevi agli altri genitori: se lo desiderate, chiedete agli insegnanti di far scrivere sul diario il vostro nome e il vostro recapito telefonico. Meglio ancora, scrivete voi stessi una breve lettera in cui vi presentate, comunicate i vostri recapiti e invitate i genitori a contattarvi per proposte e problemi.

 Invitate gli altri genitori, se lo desiderano, a comunicarvi il proprio recapito telefonico o la propria mail, in modo da poterli contattare facilmente.

 Diffondete il più possibile le informazioni che avete sulla vita della scuola.

 Se nella vostra classe subentrate ad un altro genitore rappresentante, oppure se conoscete altri genitori che fanno o hanno fatto il rappresentante di classe, contattateli per avere informazioni e suggerimenti: le esperienze degli altri possono essere molto utili.

 Potete organizzare riunioni con i genitori (anche senza la presenza degli insegnanti) usufruendo dei locali scolastici. Per richiedere l’autorizzazione e stabilire il luogo e l’orario, contattate la segreteria della scuola e/o parlatene direttamente con il Dirigente Scolastico.

 E’ buona norma avvisare la segreteria della scuola o l’insegnante, nel caso siate stati invitati ad una riunione e non potete essere presenti.

 Nelle riunioni chiedete tutti i chiarimenti necessari: avete il diritto di capire bene tutti gli argomenti in discussione e a volte gli “addetti ai lavori” danno per scontate alcune conoscenze che magari non avete.

 Non scoraggiatevi se vi sembra di non fare abbastanza o se vi arrivano critiche più o meno gratuite e poco costruttive: è impossibile mettere d’accordo tutti!

 Favorite un clima di dialogo, di fiducia, di collaborazione tra genitori, studenti e personale scolastico.

 

RISORSE CONSIGLIATE PER TE: CONSIGLIO DI ISTITUTO: QUALE RUOLO SVOLGE E QUALI SONO LE SUE FINALITÀ.

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: DIDATTICAPERSUASIVA

RAPPRESENTANTE DI CLASSE

Sull'autore
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia