LA DIDATTICA PER STUDENTI BES DISCIPLINE TECNICO-SCIENTIFICHE

LA DIDATTICA PER STUDENTI BES: DISCIPLINE TECNICO-SCIENTIFICHE

La didattica per studenti con Bisogni Educativi Speciali (BES) ha l’obiettivo di promuovere il successo formativo dello studente, di dare a ciascun di loro l’opportunità di sviluppare al meglio le proprie potenzialità e di accrescere i propri punti di forza nell’ottica di promuovere un apprendimento efficace.

Nel rispetto degli obiettivi generali di ogni disciplina e delle indicazioni curricolari nazionali, i docenti adottano proposte di insegnamento che tengano conto delle abilità possedute dagli studenti e potenzino anche le funzioni non coinvolte nei vari disturbi specifici dell’apprendimento.

Nella realtà di classi con dinamiche sempre più complesse occorre sottolineare che nell’attività lavorativa di un docente, l’utilizzo di metodologie didattiche adattate e personalizzate dovrebbe essere prassi quotidiana non solo rivolta agli studenti con bisogni educativi speciali, ma anche a tutti gli altri alunni per supportare il loro processo di apprendimento.

Non si tratta di fare una didattica diversa per ciascuno studente, ma la didattica svolta dovrebbe sostenere tutti gli studenti nel percorso di costruzione di competenze offrendo opportunità per integrare gli stili di apprendimento degli allievi.

La didattica delle materie scientifiche si può articolare attraverso una varietà di metodologie e strategie come per esempio: l’uso di mediatori didattici (schemi, mappe concettuali, parole -chiave, glossari, materiale idoneo inserito dai docenti nella piattaforma e- learning…);

  • l’analisi dell’errore per favorire la gestione dell’insegnamento;
  • la calibrazione degli interventi sulla base dei livelli raggiunti;
  • l’utilizzo di canali di comunicazione diversificati (uso di immagini, disegni, grafici, di tecnolo gie informatiche, di materiali multimediali, di LIM, di e-book collegati ai libri di testo, del web e di software specifici);
  • l’utilizzo di diverse tipologie di prove di verifica; 
  • la realizzazione,ove possibile, di una didattica in classe a carattere laboratoriale ed esperienziale non solo per favorire l’operatività ma anche il dialogo e la riflessione sulle attività svolte;
  • promuovere la collaborazione tra gli studenti attraverso attività di gruppo o di tutoraggio;
  • favorire le valutazioni delle attività tecnico-pratiche, laddove sono previste, rispetto alla parte teorica.

 

RISORSE CONSIGLIATE PER TE NORME IN MERITO AI DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO.

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: DIDATTICA PERSUASIVA.  

Sull'autore
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia