COME PREVENIRE IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO A SCUOLA

COME PREVENIRE IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO A SCUOLA
A livello scolastico, una delle strategie avanzate da molti studiosi e confermata anche dal MIUR, è quella di definire alcuni obiettivi o linee guida da perseguire all’interno dell’offerta formativa con attività finalizzate alla prevenzione e al contrasto del bullismo e del cyberbullismo.

A tal proposito, tutti i componenti della comunità educante sono chiamati a dare immediata comunicazione di comportamenti legati al cyberbullismo, anche non verbali, a tutti i soggetti coinvolti (Collegio dei Docenti, Consiglio d’Istituto, famiglie).

Tali soggetti devono collaborare alla predisposizione di misure finalizzate alla correzione di tali comportamenti e ad un uso un corretto dell’utilizzo della Rete e degli strumenti informatici nel regolamento di Istituto, ove non sussista già.

 

La strategia di contrasto di tali fenomeni dovrebbe essere costituita, quindi, già a partire dalle scuole primarie, da un insieme di misure di prevenzione rivolte agli studenti di varia tipologia.

 

Ogni istituzione scolastica, anche in rete con altre scuole, sulla base delle risorse umane e finanziarie disponibili e in collaborazione con altri enti e associazioni territoriali in un’ottica di
sinergia interistituzionale, è chiamata a mettere in campo le necessarie azioni preventive e gli accorgimenti tecnici e organizzativi per far sì che l’accesso alla Rete dai device della scuola sia controllato e venga dagli studenti percepito come tale.

E’ auspicabile che le singole istituzioni scolastiche, tra le specifiche azioni da programmare possano prevedere le seguenti:

coinvolgimento di tutte le componenti della comunità scolastica nella prevenzione e nel contrasto del bullismo e cyberbullismo, favorendo la collaborazione attiva dei genitori;

aggiornamento del Regolamento di Istituto con una sezione dedicata all’utilizzo a scuola di computer, smartphone e di altri dispositivi elettronici;

comunicazione agli studenti e alle loro famiglie sulle sanzioni previste dal regolamento di Istituto nei casi di bullismo, cyberbullismo e navigazione online a rischio;

somministrazione di questionari agli studenti e ai genitori finalizzati al monitoraggio, anche attraverso piattaforme online con pubblicazione dei risultati sul sito web della scuola, che possano
fornire una fotografia della situazione e consentire una valutazione oggettiva dell’efficacia degli interventi attuati; COME PREVENIRE IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO A SCUOLA

ideazione e realizzazione di campagne pubblicitarie attraverso messaggi video e locandine informative;

creazione sul sito web della scuola di una sezione dedicata ai temi del bullismo e cyberbullismo in cui inserire uno spazio riservato alle comunicazioni scuola-famiglia e una chat dedicata gestita dagli studenti eventualmente attraverso i loro rappresentati;

apertura di uno Sportello di ascolto online e/o face to face presso ciascuna suola sede di CTS; COME PREVENIRE IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO A SCUOLA

percorsi di formazione tenuti da esperti rivolti ai genitori sulle problematiche di tale fenomeno;

valorizzazione del ruolo personale scolastico e, in particolare, degli assistenti tecnici al fine di un utilizzo sicuro di internet a scuola.

 

Molti interventi per contrastare il bullismo sono progettati per studenti delle scuole medie e superiori. Ma purtroppo più si è avanti nell’età più è difficile contrastare tale fenomeno.

 

Perché un intervento sia efficace per contrastare il bullismo deve incominciare in maniera leggera nella scuola dell’infanzia (materna) e in modo diretto in quella primaria (elementare).

Un modello di riferimento può essere costituito dal Codice di condotta inserito nel progetto
Safer Internet Centre II (http//www.generazioni connesse.itLinee di indirizzo e indicazioni in materia di utilizzo di “telefono cellulari” e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti. (D.M. n. 30 del 15 marzo 2007).

 

Scarica l’approfondimento: Linee di orientamento per azioni di prevenzione e contrasto al Bullismo e al Cyberbullismo.

 

Spero questo articolo possa esserti stato d’aiuto. 

RISORSE CONSIGLIATE PER TEBULLISMO A SCUOLA: COME INTERVENIRE.

 

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook.

COME PREVENIRE IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO A SCUOLA

Corso di COMUNICAZIONE EFFICACE IN CLASSE

Sull'autore
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia