BULLISMO I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

BULLISMO: I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

I doveri del corpo insegnante.

Normalmente gli insegnanti sono considerati degli incaricati di pubblico servizio poiché non svolgono semplici mansioni di ordine o di opera meramente materiale, ma realizzano un’attività disciplinata nelle stesse forme della pubblica funzione ma caratterizzata dalla mancanza dei poteri decisionali tipici di quest’ultima (art. 358 c.p.).

In quanto tali, ai sensi dell’art. 331 del codice di procedura penale, sono tenuti a denunciare alla polizia giudiziaria o al pubblico ministero la notizia – e cioè l’esistenza secondo gli elementi nella loro disponibilità di conoscenza – di un reato perseguibile d’ufficio della quale siano venuti a conoscenza nell’esercizio o a causa delle loro funzioni.

BULLISMO: I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

La condotta omissiva costituisce fattispecie di reato (art. 362 c.p.).

Sempre gli insegnanti sono investiti di un particolare ruolo che viene definito nell’ordinamento “po- sizione di garanzia” e che impone una serie di attività di intervento affinché i soggetti “deboli” a loro affidati, e cioè gli alunni durante lo svolgimento dell’attività scolastica o parascolastica, non siano messi in una situazione di pericolo dalla quale possano derivare situazioni dannose.

 

Ai sensi dellart. 40 cpv. del codice penale “non impedire un evento che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo ”.

BULLISMO: I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

Occorre tuttavia ricordare come la posizione di garanzia in capo agli addetti del servizio scolastico nei confronti dei soggetti affidati alla scuola si configuri diversamente a seconda, da un lato, dell’età e del grado di maturazione raggiunto dagli allievi oltre che dalle circostanze del caso concreto, e, dall’altro, degli specifici compiti di ciascun addetto, ma si caratterizza in generale per l’esistenza di un obbligo di vigilanza nei confronti degli alunni, al fine di evitare che gli stessi possano recare danno a terzi o a sé medesimi, o che possano essere esposti a prevedibili fonti di rischio o a situazioni di pericolo.

Fonte QUI (39 download)

BULLISMO: I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

Spero questo articolo possa esserti stato d’aiuto. 

RISORSE CONSIGLIATE PER TEBULLISMO: COSA DICE LA NORMATIVA VIGENTE.

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook:

DIDATTICA PERSUASIVA.

BULLISMO: I DOVERI DEL CORPO INSEGNANTE.

Sull'autore
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia