DIDATTICA PERSUASIVA

COME GESTIRE UN BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA.

come gestire un bambino iperattivo a scuola

BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

In questo articolo 6 punti chiave per gestire un BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA.

Come insegnante ti sarai sicuramente ritrovata a dover gestire un bambino iperattivo a scuola,avendo intuito che in aula le difficoltà del bambino sono evidenti, penso che saprai che l’atteggiamento che adottiamo con il bambino con ADHD è fondamentale per qualsiasi intervento terapeutico al fine di ridurne i sintomi. BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

Devi sapere che non vi è un rimedio assoluto, ma si può raggiungere un adeguato benessere globale, in quanto si tratta di un disturbo pervasivo che coinvolge tutti gli ambiti di vita del bambino.

Di conseguenza affinché la terapia sia efficace è necessaria la collaborazione di tutte le parti implicate (famiglia, scuola e servizi sanitari), in particolare è auspicabile il coinvolgimento: nella scuola primaria di tutti gli insegnanti impegnati nell’educazione del bambino, mentre alle medie inferiori ci si può limitare ai professori che hanno un maggior numero di ore con lo studente.

BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

Nell’articolo BAMBINI DISATTENTI, IPERATTIVI E IMPULSIVI: LE 3 STRATEGIE PIÙ EFFICACI ti ho spiegato quali sono le caratteristiche di questo tipo di disturbo, in questo articolo invece vedrai nello specifico come gestire un bambino iperattivo a scuola attraverso 6 punti chiave che se messi in pratica potranno farti fare la differenza. 

BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

VI SONO UNA SERIE DI ACCORGIMENTI CHE VOGLIO CONSIGLIARTI PER PERMETTERTI  DI MANTENERE L’ATTENZIONE E L’ATTIVITÀ  DEL BAMBINO ADHD ENTRO LIMITI ACCETTABILI, QUALI:

 

1) RIDURRE LE COSE CHE POSSONO DISTRARRE ORGANIZZANDO LA CLASSE. 

 

2) RAFFORZA LA CAPACITÀ ATTENTIVABAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

 

3) FORNISCI UN AIUTO PER ORGANIZZARE IL LAVORO:

Le regole devono:

– Essere proposizioni positive e non divieti.

– Essere semplici ed espresse chiaramente.

– Descrivere azioni in modo operativo.

– Essere poche (8-10). BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

 

 

4) RICORDATI SEMPRE DI: BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

 

5) I COMPITI A CASA:

 

6) GESTIONE DEL COMPORTAMENTOBAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

Definisci delle regole, stabilite con il contributo dei bambini e condivise (es. non picchiare, alzare  la mano prima di intervenire, evitare di raccontare fuori quanto accade agli altri componenti), è preferibile siano scritte su un cartellone e riprese ogni qual volta ne viene violata una.

 

     – proposizioni positive e non divieti

     – semplici ed espresse chiaramente

     – poche (8-10) BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

     – descrivere azioni in modo operativo

     – scritte su di un cartellone, in modo che siano sempre ben visibili a tutti.

 

Se non si riesce a prevenire allora si può con i bambini più piccoli si possono mettere in time-out; mentre con i più grandi è consigliabile mantenere la massima calma e dare brevi e chiare indicazioni.

BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA

 

SCARICA L’INTERO ARTICOLO IN VERSIONE AUDIO MP3:  DOWNLOAD (920 download)

RISORSE CONSIGLIATE PER TE: DISTURBI DELL’APPRENDIMENTO: ERRORI DA EVITARE.

Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook:DIDATTICA PERSUASIVA.  

Buon lavoro. 🙂

BAMBINO IPERATTIVO A SCUOLA